Biomasse

Progettiamo e realizziamo impianti a biomasse solide e liquide, offrendo ad aziende agricole, zootecniche e produttrici, i cui processi di lavorazione generano residui legnosi e vegetali, e a comunità montane la possibilità di raggiungere l’autosufficienza energetica e di integrare il proprio reddito, riutilizzando i propri scarti.

Ecco le principali caratteristiche che rendono appetibile questa tecnologia:

  • Versatile: per la sua varietà di fonti. Il termine “biomassa” infatti riunisce una grande quantità di materiali di natura eterogenea, perché è riferibile ad ogni materiale di origine biologica (materiali e residui di origine agricola e forestale, prodotti secondari e scarti dell'industria agroalimentare; reflui di origine zootecnica; rifiuti urbani, in cui la frazione organica raggiunge mediamente il 40% in peso; alghe e molte specie vegetali utilizzate per la depurazione di liquami organici).
  • Economica: i residui vegetali,che sono la fonte di biomassa attualmente più utilizzata per scopi energetici, sono generalmente disponibili a basso prezzo e in grandi quantità e si prestano particolarmente all'utilizzazione presso le stesse aziende produttrici (ad esempio riserie, distillerie, segherie). I sottoprodotti agricoli come paglie, stocchi, sarmenti di vite, ramaglie di potatura ecc., possono garantire in molti casi l’autosufficienza energetica delle aziende agricole a costi di gran lunga inferiori rispetto a quelli dei combustibili fossili. La valorizzazione energetica dei residui delle utilizzazioni forestali e degli interventi di manutenzione del bosco può dare un importante contributo al miglioramento del bilancio economico delle operazioni selvicolturali, creando nel contempo nuove opportunità per le comunità montane.
  • Locale: per sua natura la biomassa è una risorsa distribuita sul territorio. Per minimizzarne i costi del trasporto a grande distanza è opportuno prevederne l’utilizzazione in piccoli-medi impianti decentrati, secondo un approccio di filiera corta, sebbene ci sia comunque la possibilità di utilizzarle anche in grandi centrali grazie alla tecnologia della co-combustione.
  • Rinnovabile: La biomassa è una fonte di energia rinnovabile dal momento che il suo tempo di riproduzione è paragonabile a quello del suo consumo.
  • Neutrale: Il ciclo di emissioni e assorbimento della CO2 in atmosfera delle biomasse è neutro e non contribuisce all'effetto serra.

Inoltre una delle forme più efficienti d’impiego delle biomasse è il teleriscaldamento in zone rurali, con la realizzazione di impianti che sfruttano la legna dei boschi locali per la produzione del calore necessario al riscaldamento di edifici pubblici e privati. Tramite caldaie ad alto rendimento e basse emissioni di agenti inquinanti si possono realizzare impianti ad alta efficienza e a basso impatto ambientale. 

Emissioni CO2 evitate all'atmosfera
Calcolo in corso...
Grazie all'energia prodotta dagli impianti fotovoltaici installati da Fedi Impianti Green Energy Srl.